• Lunghezza totale (km): 129
  • Percorribilità: strada
  • Dislivello in salita (m): 2280
  • Difficoltà: impegnativo

Questa parte di Toscana è perfetta per essere percorsa in bici. In particolare, quello che vi proponiamo qui, è un percorso per ciclisti un pochino più esperti, dotati di bici da corsa, che si snoda tra Volterra e la splendida Val di Cecina, toccando anche la bellissima Valdera. Il punto di partenza è Casciana Terme.

Il percorso

Montecatini Val di Cecina | Terre di Pisa

Torre Belforti – Montecatini Val di Cecina

Questo percorso con suoi 129 km è uno dei più lunghi da percorrere in questa zona, quello con il dislivello maggiore. Sono quasi 50 i km di salita. Si parte da Casciana Terme in direzione Sud alla volta di Chianni. In questa fase incontrerete una leggera salita. La seconda salita di giornata vi porterà, con la sua ascesa graduale, in Val di Cecina nel piccolo borgo di Miemo che insieme a Montecatini Val di Cecina (che attraverserete al termine della terza salita) e la sua miniera è parte di un bacino minerario di magnesio e rame dismessi all’inizio del secolo scorso.


Volterra

Nella successiva discesa, molto panoramica, la vista può spaziare a 360° sulle dolci colline della zona sovrastate in alto dalla città di Volterra, arroccata su aspre balze e calanchi, le cui origini etrusche risalgono al VII sec a.C.. Non a caso è conosciuta anche come l’antica Velathri. Le testimonianze del periodo sono ben conservate nel Museo Guarnacci.

Oggi un’affascinante meta turistica nel cuore della toscana, con i suoi 3000 anni di storia. L’artigianato è una dei suoi “assi nella manica”. Tra le vie del centro potrete trovare botteghe che lavorano l’alabastro. Una sosta per tirare il fiato e gustarsi un espresso in Piazza dei Priori – “dominata” dall’omonimo palazzo – è d’obbligo prima di scendere per 10 km nuovamente in Valdera.


La Valdera

La Valdera, nota per i suoi luoghi d’arte contemporanea, è in realtà anche una zona molto “verde e avventurosa”. Numerosi sono i sentieri che, percorrendo colline e boschi, raggiungono anche cascate e sorgenti solforose, come le “mofete” nei pressi di Lajatico.

La Valdera è inoltre attraversata dalla Strada del vino delle Colline Pisane, le cui cantine sono famose per il Chianti delle Colline Pisane Docg, per la Doc Terre di Pisa rosso e per le varietà della Doc Colli dell’Etruria Centrale e della Doc San Torpè.

La “deviazione fiorentina”

Dopo aver raggiunto la Valdera, incontrerete una salita che – dopo la prima ripida rampa – sarà regolare, larga e panoramica. Entrerete in provincia di Firenze e poco dopo la Località Castagno raggiungerete il punto più alto del tour del giorno, a circa 535 mt. di altezza. Un po’ di su e giù vi porteranno a San Vivaldo, poi, dopo il borgo di Castelfalfi, rientrerete nuovamente in provincia di Pisa dove, dopo una decina di km di pianura, arriverete sotto l’ultima salitella di giornata. Pochi km ancora e Casciana Terme sarà lì a ri-accogliervi.