/

DESCRIZIONE

I quattro “miracoli” di architettura, ossia Battistero, Cattedrale, Torre Pendente e Camposanto in Piazza dei Miracoli, come la definì il poeta Gabriele D’Annunzio, sono il risultato di un progetto unitario iniziale, nonostante la loro diversa epoca di costruzione. Sito UNESCO dal 1987, è meta di un flusso turistico internazionale.

La Piazza dei Miracoli fu edificata tra il XII e il XIII secolo in posizione decentrata rispetto al centro cittadino. Prima degli edifici cristiani, l’area era occupata da domus romane e poi consacrata al culto, come dimostrano gli innumerevoli pezzi di reimpiego romani visibili sugli esterni dei monumenti che esprimono simbolicamente il dialogo del Cielo con la Terra: Battistero = Nascita, Cattedrale e Campanile = Vita, Camposanto Monumentale = Morte e Resurrezione

I monumenti sono stati costruiti in marmo bianco della cave di San Giuliano Terme, ai piedi del Monte Pisano. Il primo edificio ad essere costruito fu la Cattedrale (1064), maestoso simbolo del potere civile e religioso della Repubblica di Pisa. Seguirono il Battistero (1152) e la Torre Pendente (1173), poi i fabbricati dello Spedale Nuovo (1257), oggi sede del Museo delle Sinopie, infine il Camposanto Monumentale (1277) sul lato nord.
A ridosso della Piazza si trova anche il nuovo Museo dell’Opera del Duomo con un bellissimo chiostro e loggiato al primo piano.

Il complesso monumentale di Piazza dei Miracoli è tutelato e gestito dalla Opera della Primaziale Pisana, l’istituzione laico-ecclesiastica nata nell’XI secolo per sovrintendere alla costruzione dei monumenti della Piazza

Info: 050.835011
Opera Primaziale Pisana

 

Pisa | Complesso monumentale di Piazza dei Miracoli