📍 Itinerario: Marina di Pisa – Tirrenia – Calambrone
👟 Totale: 10km
🛵 Come: a piedi, in bici, in scooter/vespa, in auto, in camper


Il litorale pisano presenta spiagge sabbiose, scogli inseriti in larga parte in un contesto naturale unico, quello del Parco Regionale di San Rossore Migliarino Massaciuccoli. Oltre 20 km di costa dove si susseguono arenili, alte dune sabbiose: un piacevole mix che tra i vivaci locali e gli stabilimenti balneari ed il relax offerto dalla pineta e dalla macchia mediterranea.


Lasciando Pisa lungo il fresco ed ombroso Viale D’Annunzio che corre a fianco dell’Arno si arriva alla foce del fiume, Bocca d’Arno, da cui si gode un panorama che spazia dalla Tenuta di San Rossore fino alle Alpi Apuane.

marina di pisa | terre di pisa

Marina di Pisa

Siamo a Marina di Pisa, località balneare nata a metà Ottocento da un paesino di pescatori, caratterizzata dalla presenza di un porto turistico capace di ospitare oltre 300 posti barca. Qui le spiagge sono abbastanza piccole, di sabbia o di ghiaia, e circondate da barriere di scogli che le proteggono dalle mareggiate.

La località presenta ancora edifici in elegante stile Liberty, con ampie piazze che si affacciano direttamente sul mare. Erano i luoghi preferiti da Gabriele D’Annunzio che, travolto dall’amore e dalla passione per l’attrice Eleonora Duse, scrisse qui molte delle sue liriche più conosciute dell’Alcyone.


Proseguendo si arriva a Tirrenia, dove la pineta si fa più rigogliosa e le spiagge diventano più ampie con alte dune di grande importanza naturalistica. Qui si trova l’Oasi delle Dune, un’area protetta dal WWF. Spiagge (libere o attrezzate) e pinete sono il luogo ideale per attività outdoor, all’aria aperta e per chi ama praticare sport anche in vacanza: beach volley, beach tennis, calcetto, ma anche vela, pesca subacquea, windsurf e kitesurf. La posizione geografica della costa pisana consente infatti l’esposizione a venti e al moto ondoso in ogni periodo dell’anno, oltre a fondali bassi e quindi relativamente sicuri.

tirrenia | terre di pisa

Tirrenia

Tirrenia significa anche giocare a golf a due passi dal mare: due campi da golf, uno da 18, l’altro da 9 buche. E poi campi da tennis, da baseball o softball, rugby. Il litorale pisano diventa quindi luogo perfetto non solo per chi vuole godersi il mare all’insegna del dolce far niente, ma anche per chi vuole fare sport.

Inoltre, il Parco avventura Pineto a Marina di Pisa, con percorsi in totale sicurezza, e il parco acquatico Sunlight a Tirrenia offrono opportunità di svago e divertimento.


La pratica sportiva non è solo legata al mare ma sfrutta le molte opportunità concesse dalle pinete e dalle aree verdi all’interno del Parco di San Rossore, tra cui l’Oasi WWF Cornacchiaia vicino al centro CONI, luogo di ritiro scelto da molte nazionali italiane di varie discipline sportive. Ci troviamo a Calambrone, tappa finale dell’itinerario, dove le colonie costruite in epoca fascista sono state trasformate in strutture ricettive

dune-del-calambrone festa tirrenia

Dune del Calambrone

Una curiosità per gli appassionati di cinema. Tirrenia è stata tra gli anni Trenta e Sessanta sede degli studi cinematografici Pisorno, i più importanti d’Italia, una sorta di Hollywood sull’Arno, Il nome deriva dall’unione delle parole Pisa e Livorno. Qui sono passati attori e attrici come Sophia Loren, Marcello Mastroianni, Claudia Cardinale, Vittorio Gassman, Vittorio De Sica. Gli Studios furono realizzati in epoca fascista, grazie all’intuizione del drammaturgo Gioacchino Forzano e i soldi della famiglia Agnelli.  Tra i vantaggi di Tirrenia c’era il suo essere vicino a due città, ai monti, al mare, al fiume e alle colline: elementi ideali per girare film. Dopo la guerra, gli Studios Pisorno ripresero senza successo e nel 1961 furono acquistati dal produttore cinematografico Carlo Ponti (marito di Sophia Loren) che cambiò il loro nome in Cosmopolitan. Per alcuni anni gli affari andarono bene ma nel 1969 chiusero a causa della concorrenza di Cinecittà.