/

DESCRIZIONE

Allestito nel 1999 nel centro storico di Castelfranco di Sotto nei locali della chiesa di Santa Chiara (Via Galilei, 37), il museo espone i materiali che risalgono alla preistoria passando poi attraverso gli abitati etruschi e romani lungo i corsi d´acqua della pianura alluvionale, fino all’assetto medievale.

Di particolare interesse sono i reperti archeologici della terra nuova di Castrum Franchum, fondata nel 1255Tra questi sono da menzionare ceramiche di uso comune e maioliche di produzione pisana e fiorentina, databili tra il XIV e il XVI secolo. Da recenti scavi provengono invece elementi di corredo relativi a sepolture, tra cui crocifissi in bronzo, rosari, medaglie votive.

Virtual tour


La mostra archeologica permanente nel paese di Orentano, espone e documenta la storia del territorio dalla Preistoria al Medioevo. La prima sezione, dedicata alla preistoria, una delle più complete in Toscana, presenta reperti provenienti da un villaggio dell’età del bronzo, tra cui la sepoltura di una donna adulta, databile al 1200 a. C.

Il periodo etrusco è illustrato dai numerosi reperti provenienti dall’abitato di Ponte Gini: monili in bronzo, monete, anfore vinarie e vasellame fine da mensa. Di particolare interesse per la rarità del ritrovamento sono i resti del ponte romano in legno illustrati da una ricostruzione in plastico. Un raro elemento archeologico è la canoa monossile in quercia d’età medievale che documenta le tecniche di navigazione di antica origine nel lago di Sextum, oggi il Padule di Bientina.

Virtual tour




Iscriviti alla nostra Newsletter!