/

DESCRIZIONE

La Rocca Sillana sorge isolata su un’altura impervia. Secondo la tradizione il nome deriverebbe da quello del generale romano Silla che assediò Volterra nell‘80 a. C. Invece è probabile che il termine sia una trasformazione di Silvanus “boscoso” in quanto zona molto ricca di boschi e un tempo densamente popolata. Dalla Rocca la vista spazia a 360° con vista mozzafiato su buona parte del territorio toscano. Alla Rocca si arriva lasciando l’auto al parcheggio vicino, circa 800 metri e proseguendo a piedi



L’aspetto attuale è il risultato di molteplici interventi per adeguare l’iniziale fortilizio del secolo XI alla evoluzione della tecnica militare, culminata con l’introduzione delle armi da fuoco. Al secolo XV risale la realizzazione dell’imponente cortina muraria a pianta poligonale, dotata di torrette angolari, attribuito ad un progetto dell’architetto fiorentino Giuliano da Sangallo. Nel tempo ha subito varie vicissitudini, diventando perfino un rifugio di briganti e conoscendo un periodo di decadenza, finché il Comune non ha avviato i lavori di ristrutturazione.