/

03/10/2021

-

Centro storico Castelfranco di Sotto
Corso Remo Bertoncini
56022 Castelfranco di Sotto


A Castelfranco di Sotto la seconda domenica di giugno (quest’anno eccezionalmente spostata al 3 ottobre ma purtroppo a porte chiuse) si svolge da 35 anni un singolare palio, una competizione unica nel suo genere. Ci sarà la diretta streaming sul canale FB. Nel circuito potranno entrare solamente rematori, meccanici, allenatori muniti di green pass per un totale di 40 persone, dieci per rione.

Il programma della settimana che precede il palio resta lo stesso: da lunedì a mercoledì prove libere dei barchini in Piazza Garibaldi, giovedì la presentazione dei rematori in Piazza Bertoncini, venerdì la cerimonia religiosa con la benedizione dei barchini, sabato le verifiche tecniche.
Domenica mattina non ci sarà la tradizionale Sfilata delle Contrade (con oltre 200 figuranti, musici e sbandieratori in costume). Il programma di domenica pomeriggio inizia con le qualifiche, seguite da minipalio, palio rosa e palio dei barchini.

Lo scopo del palio è di far rivivere in modo scherzoso, con una gara molto sentita dai contradaioli, le quotidiane fatiche dei renaioli, che per secoli dragarono l’Arno per procurarsi la sabbia con cui venivano costruiti nuovi edifici. I rematori devono compiere tre giri attorno alla piazza su barchini lunghi tre metri e mezzo, dal fondo piatto, seguendo il tracciato delimitato da balle di fieno. Le contrade che si contendono l’ambito “cencio”, dipinto ogni anno da un diverso artista, sono quattro: San Michele in Caprugnana, San Martino in Catiana, San Bartolomeo a Paterno e San Pietro a Vigesimo. Rappresentano i quattro villaggi che originariamente furono costruiti attorno al castello medievale.

Come ogni palio che si rispetti, i contradaioli danno molta importanza a questa sfida tra barchini, ognuno dei quali opportunamente dipinto con i colori della contrada di riferimento. Paesani e turisti vogliono continuare a stupire increduli amici raccontando di aver visto barche sospinte da rematori solcare la strada come fosse il mare.