/

DESCRIZIONE

A metà strada tra le colline e il mare, in una zona di confine che sembra appartenere solo alla gran quantità di uccelli acquatici che vi nidificano, si estende il lago di Santa Luce, invaso artificiale nato negli anni Sessanta per rifornire la Solvay.
La fauna acquatica però non conosce la storia, gli antefatti; non si cura dell’utilizzo che l’uomo fa delle proprie risorse e si ferma semplicemente là dove trova le condizioni migliori per sopravvivere e perpetuare la specie. Non stupisce, quindi, che fin dalla nascita del lago, una gran quantità di uccelli abbia preso a “frequentare” assiduamente quest’area di oltre cinquecento ettari, baciata dal sole e circondata da campi coltivati. Adocchiata tra una migrazione e l’altra, è divenuta tappa fissa di alzavole e germani reali, aironi e garzette.

E ogni anno si diffonde nell’aria un cinguettio che richiama un numero sempre maggiore di specie ornitologiche. Ormai sono oltre 150 quelle censite. La voce si è sparsa anche tra gli appassionati di birdwatching, che in primavera si appostano per avvistare il raro svasso maggiore, pennuto dall’inconfondibile collo rosso che è diventato il simbolo della Riserva Naturale Lago di Santa Luce. Nel 1992 la Solvay e la LIPU hanno istituito l’Oasi di Santa Luce, poi divenuta riserva provinciale e infine, nel 2016, riserva regionale naturale.

Lungo la sponda meridionale è stato realizzato un Sentiero natura lungo 1km, dotato di pannelli e zone per l’osservazione, conduce ad un capanno di avvistamento. La Riserva naturale Santa Luce dispone di Centro visite, laboratorio didattico e artistico, parcheggio esterno, sentieri natura e servizi igienici. Divertenti e numerosi gli Eventi natura organizzati durante l’anno: corsi di agricoltura sinergica e permacultura, percorsi sulla ricerca del se’, serate musicali, feste per i bambini, liberazioni di animali riabilitati, corsi di fotografia naturalistica.

Lago di Santa Luce – Riserva Naturale LIPU

Una riserva per tutte le stagioni

La Riserva naturale Santa Luce, con le oltre 180 specie censite, rappresenta un’importante area di sosta per gli uccelli migratori e ogni stagione ha i suoi protagonisti. In inverno il lago si popola di anatre multicolori quali Moriglioni, Alzavole, Germani reali, Fischioni, mentre i Cormorani danno spettacolo stando posati sui rami degli alberi con le ali spiegate ad asciugare al sole. In estate i canneti si popolano di piccoli uccelli poco appariscenti come l’Usignolo di fiume, la Cannaiola e il Cannareccione, mentre i tipici nidi “a fiasco” del Pendolino ondeggiano sulle tamerici e il Gruccione dai colori variopinti si insedia nella parte alta del lago

 

INFORMAZIONI

Visite guidate nella Riserva, escursioni nel bosco di Santa Luce e passeggiate per tutti i livelli.
Corsi di educazione ambientale per adulti e ragazzi, percorsi olistici, birdwatching e altri ancora

https:/oasisantaluce.it

Contatto
: 335.7008565
da mercoledì a domenica ore 10 – 19