/

14 Febbraio 2021
ore: 10:00 - 20:00

-

Palazzo Blu
Lungarno Gambacorti, 9
Pisa


A seguito delle disposizioni del Ministero della Salute, che hanno sancito il passaggio della regione Toscana in zona arancione, si informa i visitatori che a partire da lunedì 15 febbraio la mostra resterà chiusa al pubblico e le vendite sospese su tutti i canali.
Tutti coloro che hanno acquistato il biglietto nel periodo di chiusura riceveranno a breve comunicazione sulle modalità di gestione della prenotazione.

L’esposizione pisana racconta fino al 9 maggio 2021 l’opera dell’artista attraverso immagini e parole, lo fa conoscere grazie a una serie di disvelamenti che aprono il sipario sui suoi enigmi. Uno degli elementi principali del progetto è la scoperta della collezione personale dell’artista, dei “de Chirico di de Chirico” che sono il fulcro di questa mostra, composta da un grande numero di opere provenienti da La Galleria Nazionale di Roma – donate nel 1987 dalla moglie del pittore, Isabella – e dalla Fondazione Giorgio e Isa de Chirico.

La mostra, che sarebbe dovuta partire il 7 novembre e sospesa per emergenza sanitaria, apre ora al pubblico nel rispetto delle misure di sicurezza: contingentamento, distanziamento e prenotazione. A causa delle problematiche relative alla diffusione del Covid-19 è necessaria la prenotazione

Info mostra alla pagina

Prenotazioni su VivaTicket


Riapre anche la Mostra Permanente di Palazzo Blu con la mostra fotografica ‘Pisa, Ultimo Novecento’ che racconta la storia di Pisa degli ultimi trent’anni del secolo scorso, attraverso le immagini tratte dall’archivio Luciano Frassi. In quegli anni Pisa vive una stagione intensa, ricca di eventi di vasta eco mondiale, come l’allarme per la stabilità della Torre Pendente e l’avvio dei lavori che si concluderanno con il suo consolidamento.

Resta memorabile anche la straordinaria avventura del Pisa Sporting Club di Romeo Anconetani che vide i colori nerazzurri comparire da protagonisti sulla scena del grande calcio italiano ed a cui è dedicata un’ampia galleria di immagini che occupa un’intera stanza. È in quel periodo, nel giugno del 1989, che Pisa si arricchisce di una grande opera di arte contemporanea, destinata ad assumere una fama internazionale: il murale di Keith Haring intitolato Tuttomondo.


 

 

 

 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter!