/

Descrizione

Santa Luce è diventata nota negli ultimi anni per i suoi meravigliosi campi di lavanda. È questa una meta perfetta per rigenerarsi, tra dolci colline, antiche tradizioni e luoghi “spirituali”.

Borgo medievale, terra di alabastro

A Santa Luce la planimetria è quella del periodo medievale: sono ancora visibili i tratti caratteristici del Castello con borgo, di forma circolare, con due o tre cinta murarie. Anche le chiese sono di epoca romanica: la più antica è quella di Pieve, della quale ci sono notizie storiche fin dall’anno 877.

Santa Luce è terra di alabastro inteso come escavazione. Nell’ex Palazzo Comunale si trova uno dei tre poli espositivi dell‘Ecomuseo dell’alabastro (gli altri due sono a Castellina Marittima e Volterra), che conserva strumenti da lavoro e manufatti in alabastro. Lungo il torrente Marmolaio, tra Castellina Marittima e Santa Luce, si trova l’unica cava in galleria di “Scaglione” ancora esistente dalla quale i cavaioli estraevano una delle migliori qualità di alabastro.

Il lago

I boschi di Santa Luce sono attraversati da sentieri che conducono al lago artificiale, nato negli anni Sessanta come bacino della Solvay Chimica. Con oltre 180 specie censite, la Riserva Naturale Provinciale Lago di Santa Luce rappresenta un’importante area di sosta per gli uccelli migratori che qui trovano un ambiente ideale dove far tappa, un paradiso per gli amanti del birdwatching.

L’Istituto Buddhista

Pomaia, Istituto Buddhista

Pomaia, Istituto Buddhista

Un’attrattiva sorprendente ci aspetta nella frazione di Pomaia, meta ogni anno di praticanti e appassionati di filosofie orientali che frequentano i corsi dell’Istituto Buddhista Lama Tzong Khapa, tra i più apprezzati in occidente.

Tra gli ospiti dell’istituto, meritano una menzione speciale l’attore Richard Gere e il calciatore Roberto Baggio.

Pasta e olio

L’aspetto del territorio è quello da cartolina toscana, con un susseguirsi di colline più o meno dolci sulle quali si affacciano oliveti secolari, filari di vigneti, colture di cereali e foraggi dai variopinti colori. In questo ambiente opera la Cooperativa Produttori Agricoli Pieve Santa Luce, attorno alla quale ruotano le attività agricole del comprensorio, tra cui la pasta e l’olio extravergine di oliva “Terra di Luce“.



Vedi Santa Luce in:

Informazioni
www.comune.santaluce.pi.it

 

Zona geografica
Colline Pisane

Abitanti
oltre 1.000

Distanza da Pisa
42 km