/

Descrizione

L’Alta Val di Cecina comprende i Comuni di Castelnuovo Val di CecinaMontecatini Val di CecinaPomaranceMonteverdi MarittimoVolterra. Terra di colline, di boschi e di corsi d’acqua, l’Alta Val di Cecina presenta i segni della millenaria presenza dell’uomo, diffusi in un contesto naturalistico straordinario. Il suo patrimonio culturale è parte integrante di un complesso mosaico paesaggistico, che offre i tratti tipici della campagna toscana, insieme a colline argillose, rocce, aspri rilievi e valli profondamente incise, vastissime foreste e corsi d’acqua ad elevata naturalità.
Non ti piacerebbe scoprire e percorrere queste terre a cavallo ? Ormai queste passeggiate sono alla portata di tutti e offrono la possibilità di vivere la natura in modo esclusivo e in compagnia di un amico a 4 zampe davvero speciale.

Sul sito Valdicecina Outdoor si accede a maggiori informazioni sui percorsi e si possono scaricare le mappe GPS per percorrerli in sicurezza.

Castelnuovo e i ponti medievali
Dal pittoresco borgo medievale di Castelnuovo, che discende ripido in un dedalo di stradine, si esce nei castagneti, molti dei quali ancora ben coltivati. Con sentieri e stradine comode si giunge nel fondovalle del Torrente Pavone per ammirare il paesaggio dolce, verde e luminoso. Proseguendo si percepisce la sensazione umida del fiume che, al contempo si sente gorgogliare, fino alla vista dell’arcata spettacolare che sovrasta il corso d’acqua. Il percorso termina con la vista di un ulteriore ponte, questa volta più basso e largo, che attraversa la golena con molti archi minori, per sorreggere un trasporto acquedottistico. Link alle informazioni e alla mappa

Il Campo ai Meli
Vicinissimo alla Villa di Monterufoli prende avvio una breve passeggiata da percorrere a piedi o a cavallo, per conoscere antiche foreste e testimonianze di attività agricole. Vecchie piante da frutto testimoniano il loro passato, mentre la foresta tutto intorno alla radura ci regala una vista suggestiva. Link alle informazioni e alla mappa

L’anello di Poggio Vecchio
Un facile tracciato ad anello, con tante suggestioni, ci conduce alla scoperta di tutte le tipologie forestali presenti a Monterufoli e ad un’area interessante per l’avvistamento della fauna selvatica come il lupo e il gatto selvatico. Il tratto finale del percorso, tra pinete e radure, regala ampie vedute e suggestivi mosaici di colori. Link alle informazioni e alla mappa

Paesaggi, castelli e fiumi tra Pomarance e la Riserva Naturale di Berignone
Panorami incantevoli, boschi sconfinati, dolci paesaggi e acque cristalline, avvistamenti di rapaci e, con un po’ di fortuna, anche del lupo. Dal centro storico di Pomarance si inizia ad assaporare la campagna, ancora viva e caratterizzata dai casolari, da importanti ecosistemi fluviali del Cecina e dei torrenti Fosci e Sellate. La strada verso la Riserva naturale sembra un vero e proprio tunnel all’interno della foresta, alla cui fine potrete ammirare superbi panorami ai piedi della magnifica Rocca Sillana, antica fortezza medicea che sovrasta la selvaggia valle del torrente Pavone.
Link alle informazioni e alla mappa

Ciclotour della Riserva di Berignone e Tatti
Questo percorso permette di ammirare dall’alto i boschi e le campagne del volterrano grazie alle aree panoramiche. Attraversando la foresta della Riserva di Berignone si giunge alle pendici del Monte Soldano e poco più avanti ci si addentra nel bosco di Tatti, conosciuto a livello europeo per il suo raro bosco di rovere e quercia centroeuropea. Costeggiando il Sellate si scende sulla vecchia via maremmana, caratterizzata da ambienti umidi e zone aperte che ospitano daini, cinghiali e caprioli ma anche i lupi. Link alle informazioni e alla mappa

Info: 0588.86099
Consorzio Turistico di Volterra
info@volterratur.it