Il territorio di Palaia, immerso nelle verdi colline della Valdera, è il luogo perfetto per chi ama stare all’aria aperta. Oltre ad essere una miniera d’oro per gli appassionati di sport outdoor offre infinite occasioni di piacere in completo en plein air, per gli amanti dell’arte, della cultura e del gusto. Dalle passeggiate nei boschi, alla visita ai pregiati vigneti passando per borghi fantasma e luoghi ricchi di mistero.

Ecco 5 idee per accogliere non solo la primavera ma anche tutte le altre stagioni.

1. Trekking nella natura incontaminata

Oltre 65 km di sentieri e percorsi naturalistici, organizzati in veri e propri anelli, dove il punto di partenza e quello di arrivo sono i medesimi in modo da agevolare l’escursionista nello svolgimento dell’attività, scegliendo anche in base a tempo di percorrenza, difficoltà e tipologia.

Camminando e passeggiando potrete scoprire tutti i borghi del territorio, visitare un museo o un’antica pieve oppure fermarvi per una piccola pausa ristoratrice ad assaporare prodotti eno-gastronomici a km zero.

La maggior parte dei sentieri passa anche vicino alle strutture ricettive locali, immerse nel verde e nella natura, dove potrete soggiornare e trascorrere la vostra vacanza all’insegna del benessere e del relax.


2. Camminando per chiassi e viuzze, alla scoperta della bellezza dietro l’angolo

Camminando per Palaia – ©Italia Nascosta

Andar per borghi, ieri come oggi, soprattutto al tempo del Covid-19, è un modo semplice e sostenibile per conoscere, vivere e riscoprire un territorio, che sia una piccola vacanza o una gita fuori-porta, quasi a km zero. Palaia ben si presta a tutto questo: se volete scoprire le sue bellezze, potete partecipare a “Camminando per Palaia”, un’iniziativa a cura dell’Ufficio Turistico locale che durante la stagione turistica, ogni martedì mattina, offre gratuitamente una visita guidata ai principali punti di interesse del borgo. Il tour viene effettuato sia in lingua italiana che in inglese e dura all’incirca due ore, attraverso una passeggiata che tocca non solo le principali chiese ed edifici storici ma anche luoghi insoliti, ricchi di tesori artistici e che termina con una meravigliosa vista panoramica dal punto più alto del paese.


3. “Cammin-degustando” – Tour delle cantine storiche

Palaia, terra di-vino! Grazie alla natura del suolo delle sue colline, di origine pliocenica, il territorio palaiese fa parte del percorso “Strada del vino delle Colline Pisane”, che attraversa tutta la Valdera, una terra da sempre vocata alla produzione vitivinicola e con prodotti di eccellenza.

Qui è possibile ammirare un paesaggio unico e assaporarne i suoi frutti, in un perfetto connubio tra uomo e natura. Viaggiando in auto ma anche a piedi o in bicicletta si incontrano numerose aziende agricole e tenute storiche che vi accoglieranno con degustazioni, visite guidate alle cantine e dove potrete acquistare anche prodotti agroalimentari locali di alta qualità.


4. Passion for Truffles!

Per gli appassionati e per gli intenditori del pregiato tubero, un’attività da non perdere è sicuramente la “caccia al tartufo”, un’immersione completa nel profumatissimo mondo del “re del bosco”, che prevede una vera caccia al tesoro accompagnati da saggi tartufai con i loro cani. L’obbiettivo è offrire un’emozione indimenticabile, a stretto contatto con la natura ma anche con la buona tavola.


5. Itinerario “Noir” nelle Terre di Pisa: tra sacro e profano

Per chi ama il mistero e le storie “noir”, dal sapore gotico e con una nota di misticismo, ecco un itinerario perfetto! Nel cuore della Toscana più autentica, un territorio noto per la pace e la tranquillità, può nascondere anche segreti, miti e leggende: partendo dal borgo di Montefoscoli, potrete conoscere la storia di un’antica famiglia, quella dei Vaccà Berlinghieri, attraverso strumenti chirurgici, oscuri esperimenti di anatomia e riti massonici. Visiterete un edificio unico nel suo genere, il Tempio di Minerva Medica, che narra di storie e vicende a metà tra scienza ed esoterismo: qui è possibile anche cimentarsi in un emozionante gioco di ruolo inedito, a caccia di indizi per scoprire il segreto celato fra le sue mura (Escape Game). Proseguendo nel viaggio “tra sacro e profano”, a Palaia potrete ammirare opere d’arte e possenti architetture romaniche, affreschi neoclassici legati al mito del vino e dell’amore eterno ed infine concludere con i cosiddetti “borghi fantasma” di Toiano e Villa Saletta, che completano il viaggio con un tocco di malinconia, a ricordo di tempi passati ma non troppo lontani.

ℹ️INFO: Alcuni monumenti e luoghi qui citati sono privati e/o non di libero accesso al pubblico, ma possono essere visitati, previa prenotazione, attraverso tour guidati.

 



Iscriviti alla nostra Newsletter!