/

18 Ottobre 2019 - 20 Ottobre 2019
ore: 0:00

-

Centro storico Volterra
centro, piazze e luoghi limitrofi
Volterra

Tre giorni di arte,musica, mostre, incontri, cultura popolare in varie location di Volterra e della Val di Cecina in omaggio a San Luca, patrono degli alabastrai

Gli artigiani festeggiano venerdì 18 con un pranzo offerto dalla città per tutti gli alabastrai al Circolo Arci San Giusto. In occasione verrà aperta la Bottega di Bomboniera rimasta intatta dagli anni settanta, tesoro nascosto nel Borgo di San Giusto.

Sabato 19 si inaugura la mostra dedicata all’amico recentemente scomparso Aulo Grandoli, decano degli alabastrai volterrani conosciuto da tutti come Il Pupo.
Alle 10 e 30 nei sotterranei del Palazzo Minucci-Solaini, la mostra Il Pupo, Memorie di un Alabastraio, con video, sculture (mostra aperta fino al 25 ottobre).
Alle ore 18 del sabato, musica dal vivo alla Bottega Pagni in Via Campanile con una performance dal titolo: Rumore Bianco (White Noise). La bottega sarà aperta anche domenica dalle 11 alle 19.

Domenica mattina il festival degli alabastrai si trasferisce nel Bosco di Berignone con la presentazione del racconto di un progetto di produzione di alcolici che nel 1853 il Granduca di Toscana fece realizzare al Podere Caprareccia e i cui prodotti furono presentati nelle più importanti Esposizioni internazionali insieme ai manufatti in alabastro. L’evento è In collaborazione con il Centro di Educazione Ambientale Alta Val di Cecina.
E’ possibile l’accesso all’area protetta con le auto. Ritrovo ore 10 parcheggio Pedros Roncolla. Seguirà la presentazione un pranzo popolare nella suggestiva Tabaccaia di Villa Viti a Mazzolla (dove in caso di maltempo si svolgerà la presentazione del libro), allietato dalla musica della tradizione toscana eseguita da Aldo Martolini (chitarra), Nicola Corsinovi (fisarmonica), Chiara Bruschi (voce). Per prenotazioni Tel 0588 87257.

Info: 0588.86099
Consorzio Turistico Volterra

San Luca, 9° festa degli alabastrai | Volterra