/

04 Agosto 2020 - 27 Settembre 2020
ore: 10:00 - 20:00

-

Palazzo Blu
Lungarno Gambacorti, 9
Pisa


Primo piano degli anni Sessanta a Pisa quando la città cominciò a crescere dopo la ricostruzione postbellica e fu adottato un Piano Regolatore che ribaltava gli orientamenti urbanistici fino ad allora seguiti.

Decennio del grande e disordinato sviluppo della motorizzazione nel centro urbano, della formazione a Pisa della prima giunta di centrosinistra con il sindaco più giovane d’Italia (Umberto Viale) e della espansione delle strutture dell’Università in seguito al vertiginoso aumento degli iscritti.

Gli anni Sessanta sono anche quelli della strage di Kindu nell’ex Congo belga in cui furono uccisi tredici aviatori pisani, dell’alluvione del 4 novembre 1966 e delle manifestazioni di piazza del Sessantotto. In mostra anche le immagini della visita di Paolo VI, delle nuove tendenze della moda e della prima storica promozione del Pisa in serie A.
Un ampio spazio sarà dedicato al decennio del rock con l’esposizione di storici dischi in vinile dai Beatles al grande raduno di Woodstock dalla collezione di Marco Masoni.

Visitabile dal lunedì al venerdì orario 10:00-19:00
sabato, domenica e festivi orario 10:00-20:00
chiuso il lunedì

Prezzi
Solo permanente e mostra Gli anni ’60 intero 3 euro, ridotto 2 euro
con l’aggiunta di 2 euro sul costo del biglietto per la mostra Futurismo si può accedere anche alla permanente e alla mostra Gli anni ’60.

Info: 050 2204650