/

25/02/2024 - 18/05/2024

-

Rocca di Ripafratta
Ripafratta
San Giuliano Terme


Torna per la quarta volta il ciclo di visite, escursioni e passeggiate “Le vie del confine” intorno al paese di Ripafratta: storie e paesaggi dell’antico confine tra Pisa e Lucca in Valdiserchio.

Punto di partenza è il borgo di Ripafratta, fulcro del sistema di fortezze medievali che presidiava il confine tra le repubbliche di Pisa e Lucca, con la sua imponente rocca. La rassegna prevede sei iniziative nel periodo febbraio – maggio: si inizia con l’escursione alla “Torre segata” di Filettole il 25 febbraio, poi il 10 marzo la passeggiata sul Monte Maggiore con riconoscimento degli “erbi” spontanei della tradizione, per proseguire il 7 aprile con la passeggiata “Le antiche cateratte dell’Ozzeri”, il 21 aprile con la visita alla Rocca e al borgo di Ripafratta; il 6 maggio “Il cammino dei canali”, da Ripafratta a Rigoli e ritorno lungo il Fosso del Mulino e il canale Ozzeri. Il 18 maggio la rassegna si conclude con la conferenza “Crocevia di cammini”, un dibattito sul tema del turismo sostenibile e degli itinerari che attraversano il territorio.

Cosa vedere

©Guglielmo Giambartolomei

Ripafratta nel Medioevo è stata la chiave di volta di un complesso e affascinante sistema di fortificazioni costruiti lungo il confine tra le Repubbliche di Pisa e Lucca. Torri di avvistamento e di presidio dei valichi, rocche e castelli come baluardi nei confronti della potenza avversaria.

Numerose le strutture sopravvissute ai secoli, come la Rocca di San Paolino, le sue due torri (la Torre Niccolai e la Torre Centìno),  la Torre dell’Aquila, detta “Torre Segata” a Filettole, la Torre di Rosaiolo ad Avane, e la Torre campanaria di Vecchiano, oltre al Santuario di Santa Maria in Castello, ex struttura militare.

Sul versante lucchese spicca il Castello di Nozzano, rivale di Ripafratta, oltre ai ruderi di Castelpasserino a Cerasomma, i castelli di Cotone e Castiglione.


Ti è stato utile?
2
Resta aggiornato!