/

DESCRIZIONE

All’interno del Parco di San Rossore Migliarino Massaciuccoli, nel Comune di Vecchiano, si estende un sistema di dune di grande interesse, in cui vegetano specie particolari che in altre zone del parco non sono presenti a causa dell’erosione della costa. Qui si trovano oltre 4 km di litorale, dove la spiaggia  è  rimasta un nastro di sabbia naturale e le  strutture sono in legno, integrate nella natura. E’ la spiaggia naturalmente selvaggia Marina di Vecchiano, limitata ad est dalla macchia mediterranea, ad ovest dal Mar Ligure,  mentre le Riserve Naturali di Bocca di Serchio e della Bufalina la incorniciano rispettivamente a sud e nord. Oggi, questo tratto di arenile è uno dei pochi lembi di spiaggia in Italia centrale rimasta incontaminata. Qui si può osservare un ecosistema di rara bellezza: il sistema di dune caratterizzato dai rilievi dunali, dalle depressioni interdunali e dalla vegetazione pioniera che consolida il tutto, fronteggiando con vigore i venti marini. Nella pineta di Migliarino si ripetono alte e basse dune, che prendono il nome rispettivamente di cotoni e lame. I cotoni ospitano il leccio e il pino domestico (introdotto dall’uomo). Le lame, in inverno inondate dalle acque, sono colonizzate da pioppo, frassino e dal cipresso calvo d’America, che, con le sue radici emergenti dalle acque, dà un aspetto veramente singolare all’ambiente.

Una spiaggia per ogni stagione: In estate strutture moderne e accoglienti, perfettamente integrate nella natura, consentono piacevoli pause di relax in riva al mare. La spiaggia finissima, la vegetazione mediterranea con i suoi aromi e i suoi colori squillanti, fanno di Marina di Vecchiano la meta ideale per chi desideri trascorrere le proprie vacanze immerso nella natura, dimenticando lo stress quotidiano, a due passi da Pisa, Viareggio e Lucca. In autunno i colori si sposano con il clima mite e temperato. La pineta marittima del parco, preceduta dalle morbide dune ambrate ricche di vegetazione tipica della macchia mediterranea, consente passeggiate rigeneranti. Camminando lungo il mare, lungo i sentieri tra gli alberi o seguendo a piedi o in bicicletta il corso del Fiume Serchio, si arriva fino alla suggestiva Penisola dei Gabbiani, dove il fiume diventa mare. In inverno il cielo terso, l’aria cristallina consentono di spaziare con lo sguardo dalle Cinque Terre alle Alpi Apuane, luogo di estrazione del marmo. La Primavera è il risveglio della natura, le fioriture multicolori, i suoni degli animali che riscoprono la bella stagione, i primi bagni in mare, le prime serate di cena all’aperto. Un paradiso per rigenerare mente e fisico.

Il comune di Vecchiano, insieme all’Università di Pisa, ha inoltre voluto sottolineare l’importanza di questa biodiversità promuovendo un singolare progetto di orto botanico, ovvero una duna artificiale visitabile a fini didattici.
L’estensione e la conseguente varietà di paesaggi sono peculiarità che attirano visitatori dai più diversi desideri: amanti del tramonto sul mare possono partecipare a escursioni estive su litorali incontaminati; gli appassionati di astronomia possono osservare il cielo stellato in riva al lago di Massaciuccoli, infine, gli sportivi non si fanno mancare lunghe pedalate nelle pinete di San Rossore, oppure belle cavalcate, dato che sono diversi i centri ippici che propongono escursioni a cavallo.

Info: 050.859611
Comune di Vecchiano

 

Vecchiano | La spiaggia di Marina di Vecchiano