/

DESCRIZIONE

Il museo è allestito vicino all´Area Archeologica La Rocca. Al piano terra si trova la sala che celebra la patrona del paese, la Beata Diana Giuntini, festeggiata con la tradizionale e sentitissima Processione delle Paniere ogni anno il Lunedì di Pasqua. Diana era una giovane dedita ad una vita contemplativa che scelse di vivere in povertà nonostante provenisse da una ricca famiglia del paese. Della sua vita si hanno poche informazioni se non che Diana morì giovane, sotto i 30 anni. Sebbene le rare e successive testimonianze iconografiche la ritraggano con l’abito monacale, non fece mai parte di alcun ordine religioso.

Qui si trova sia il documento trecentesco che cita un ospedale dedicato alla Beata Diana, sia l’unica opera pittorica che la ritrae, realizzato nel 1734 dal Bamberini, artista del barocco fiorentino. Infine l’esposizione del miracolo della trasformazione del pane che Diana portava nel grembiule in rose e fiori.

Il primo piano ospita il percorso archeologico che espone i reperti provenienti dagli scavi compiuti nei siti del Basso Valdarno dall’epoca romana a quella medievale.

Virtual tour

 


 

 



Iscriviti alla nostra Newsletter!