/

DESCRIZIONE

Fondato nel 1211 sul sito di un oratorio dedicato a San Miniato, è un complesso grandioso, frutto di numerosi ampliamenti nel corso dei secoli. Sulla facciata sono ancora visibili i segni della chiesa originaria.

La sua costruzione pare essere legata alla sosta che San Francesco fece a San Miniato nel 1221. A metà Trecento sorgeva un oratorio che poi si ingrandì diventando chiesa e convento. Si presenta come un grandioso complesso frutto di numerosi ampliamenti effettuati nel corso dei secoli.  Sulla facciata sono ancora visibili i segni della chiesa primitiva.

L’interno a una navata presenta due eleganti chiostri: quello “dei padri” (XVI secolo) e quello “dei novizi” (secolo XVIII), mentre nel refettorio una grande tela di Carlo Bambocci raffigurante la cena di San Francesco e Santa Chiara.

La chiesa, semplice ad una navata, conserva numerose opere d’arte come il coro ligneo intagliato, composto da 29 stalli attribuito a Giuliano di Baccio D’Agnolo o il quadro della Vergine attribuito al Ghirlandaio.

Oggi il complesso è un luogo di culto e pellegrinaggio dove si può pernottare oppure organizzare cene ed eventi.



Ti è stato utile?
1
Resta aggiornato!