/

DESCRIZIONE

Villa di Corliano è una delle più prestigiose ville rinascimentali della Toscana. Presenta una facciata decorata con graffiti del manierismo fiorentino e con affreschi al suo interno. Fa parte di un ampio complesso monumentale del XV secolo composto dalla cappella gentilizia, dalla fattoria, dal frantoio, dalle scuderie, dalla Kaffeehaus e da un grande parco con piante secolari chiuso dentro una cinta muraria. La villa è di proprietà, dei nobili pisani Agostini Venerosi della Seta.


La visita è condotta ove possibile dal proprietario o da suo collaboratore; la durata dipende dall’interesse dei visitatori e mediamente si protrae dai 30’ ai 60′ a cui è possibile abbinare un pranzo o una cena al ristorante di Corliano (solo dal giovedì alla domenica: 331.5791910) o una esperienza di social eating con menù personalizzati, realizzati dallo chef del ristorante sugli antichi ricettari della dimora e serviti alla russa o alla francese in una delle sale da pranzo della villa per minimo 8 persone (331.5791910).

Il racconto è ricco di particolari ed aneddoti sulla storia della dimora, oltre alla narrazione dei miti e leggende del territorio, che i proprietari si tramandano dal 1536.

 


Mistero della bella Teresa vissuta nel Settecento nella villa ma ancora presente sotto forma di fantasma.  Oltre al rumore di tacchi nella notte, qualcuno la avrebbe persino vista guidare una carrozza trainata da sei cavalli nelle notti di luna piena lungo i viali del parco.

Mistero di Frankenstein. Ospite famoso e frequente della villa era Mary Shelley, autrice del famoso romanzo gotico. Sembra che nei sotterranei della villa si facessero esperimenti di galvanismo ad opera del chirurgo Francesco Vaccà Berlinghieri, soprannominato Francesco La Pietra ( in tedesco Frankenstein), lo stesso che possedeva la tenuta di Montefoscoli dove si trova il Tempio di Minerva Medica.