/

DESCRIZIONE

Il Museo Radico, aperto nel 2013, si trova nella località di Rigoli. Partendo da alcune collezioni di oggetti del lavoro e del pensiero contadino, il museo vuole far conoscere ed approfondire la storia degli uomini che con quei manufatti hanno plasmato il paesaggio, hanno coltivato il cibo, hanno fondato la cultura di un territorio. Attraverso l’esposizione tematica degli strumenti e degli oggetti da lavoro dei secoli scorsi, cerca di fare il punto sulle nostre radici contadine: il lavoro di un popolo che ha coltivato non solo il cibo ma anche la nostra cultura sociale e scientifica.

Il Museo è organizzato in sei sezioni tematiche, associate ai colori dominanti, e pone l’attenzione proprio sul lavoro necessario a produrre il cibo ed a custodire la terra che lo genera.

San Giuliano Terme – Museo Radico: radici contadine

Sezioni del Museo

Lavorare la terra, con la collezione di attrezzi che occorrono per semina, raccolta, conservazione, pesatura, trasporto.

In Pescatori di fiume sono in mostra le reti, i bettibelli, le nasse, il giacchio, insieme alle Piante spontanee del Serchio autoctone.

La vite ed il vino è la sezione che raccoglie tutte le attrezzature che raccontano la storia dell’uva, della vite e del vino del nostro territorio.

Tori, cavalli e muli è la parte dedicata mentre agli animali da lavoro. 

Grano antico toscano è infine la collezione di spighe e di granella che ora raccoglie tutto il germoplasma del grano toscano.

Un’ulteriore sezione è dedicata ai Cappelli di Paglia. In mostra la storia del cappello di paglia nel pisano e nel fiorentino.

INFORMAZIONI

Il Museo e’ temporaneamente chiuso per allestimento.

Contatto: Giuliano Meini 3463912740

https://museoradico.it/