/

DESCRIZIONE

Tra le colline pisane e il mare della costa si estende il lago di Santa Luce, invaso artificiale nato negli anni Sessanta per rifornire lo stabilimento della Solvay, oggi Riserva Naturale Provinciale (oasi LIPU

Con oltre 180 specie di uccelli censite rappresenta un’importante area di sosta per i migratori e un’imperdibile attrazione per gli amanti del birdwatching. In inverno il lago si popola di Moriglioni, Germani reali, Cormorani. In estate i canneti si popolano di piccoli uccelli come l’Usignolo di fiume, la Cannaiola, il Gruccione o il raro Svasso Maggiore, simbolo della Riserva. 

Lungo la sponda meridionale è stato realizzato un sentiero natura lungo 1 km, dotato di pannelli e zone per l’osservazione, che conduce ad un capanno di avvistamento. La Riserva dispone di Centro visite e laboratorio didattico e artistico. Divertenti e numerosi gli eventi organizzati durante l’anno: corsi di agricoltura sinergica e permacultura, percorsi sulla ricerca di se stessi,  liberazioni di animali riabilitati, corsi di fotografia naturalistica.

Orario apertura
sabato e domenica 9.30-12.30 e 15.30-20.30

Ingresso a offerta libera in quanto alcuni servizi non sono ancora attivi: centro visite, aula didattica, bagno, aree sosta e picnic
Gradita la prenotazione

Info: 3357008565
riserva.santaluce@lipu.it

 

Santa Luce | Riserva Lago di Santa Luce