/

DESCRIZIONE

Casa Bicocchi rappresenta uno spaccato della vita borghese del XIX secolo di una famiglia benestante e religiosa, che ricopriva incarichi di rilievo, gestiva proprietà terriere e svolgeva attività industriali. L’arredamento imponente, la ricercatezza dei decori sui soffitti e la preziosità dei tessuti e delle carte da parati francesi conferiscono all’ambiente un generale tono di benessere, indicando uno stile di vita irripetibile rispetto a quello attuale.


La casa è anche nota per la presenza del fantasma dei Bicocchi. Si racconta di lamenti e rumori da dentro la casa disabitata, in particolare dalla camera rossa. Si è così diffusa la leggenda del fantasma di un discendente della famiglia Bicocchi che in piena notte si mette a suonare una melodia dal pianoforte della sala.

Qui è allestita la mostra permanente dei Principi Guerrieri , articolata in sei sale che illustrano il periodo dal Paleolitico al Rinascimento. In esposizione reperti di grande pregio, come il “Ciottolo di Lustignano” con l’immagine di un bisonte, una delle più antiche testimonianze di arte preistorica in Toscana, nonché la monumentale stele etrusca di Pomarance (VI secolo a.C.)