/

DESCRIZIONE

La Tenuta di Coltano occupa oltre 3.000 ettari all’interno del Parco Regionale di San Rossore Migliarino Massaciuccoli, che in origine costituivano una vasta palude che si estendeva quasi fino a Pisa. Il Granduca Cosimo I iniziò la costruzione della Villa medicea, secondo il progetto del Buontalenti, avviando importanti interventi idraulici per risolvere l’impaludamento delle terre che furono poi proseguiti dai Lorena. La villa ospita il centro educazione ambientale che organizza escursioni nella tenuta. Le visite sono al momento sospese per lavori di ristrutturazione.

A inizio Novecento nacque la stazione radio marittima più potente d’Europa, dove passavano le comunicazioni telefoniche con i transatlantici in viaggio negli Oceani e fin nel mare di Cina. Da qui passò nel 1911 il segnale da un pulsate premuto da Guglielmo Marconi a Roma, che accese le luci della statua del Cristo Redentore a Rio de Janeiro.
L’impianto fu distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale dalle truppe naziste in ritirata. Oggi versa purtroppo in stato di abbandono.

A Coltano le Forze Alleate istituirono nel maggio 1945 il campo di prigionia, dove furono incarcerati soldati e collaborazionisti nazisti e circa 35.000 soldati della Repubblica Sociale. Alcuni prigionieri sarebbero diventati volti noti del mondo della cultura e dello spettacolo: Dario Fo (Premio Nobel per la Letteratura), gli attori Walter Chiari, Raimondo Vianello e Carlo Maria Salerno, il marciatore Giuseppe Dordoni (oro alle Olimpiadi di Helsinki), il giornalista sportivo Enrico Ameri. Nel campo di prigionia di Metato, tra Pisa e Viareggio, fu incarcerato il poeta statunitense Ezra Pound che scrisse i “Canti Pisani”.

Info: 050.939818
Pro Loco Coltano
info@prolococoltano.it