/

DESCRIZIONE

La chiesa si trova in Piazza Martiri della Libertà, meglio nota come Piazza Santa Caterina.

Santa Caterina d’Alessandria d’Egitto era una giovane fanciulla che affrontò il martirio ai tempi delle persecuzioni di Massenzio, agli inizi del IV secolo. La chiesa, a lei dedicata, fu costruita agli inizi del XIII secolo, ma è con la concessione ai Dominicani (1222) che venne realizzata la struttura attualmente visibile e il convento annesso

Pisa – Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria

Esterno

La facciata, terminata nella prima metà del XIV secolo, è decorata con marmi bianchi su fasce bicrome bianco-grigie, che sviluppano il tema gotico della Cattedrale, unendo gli archi a tutto sesto del primo ordine agli archetti degli ordini superiori, sorretti da colonnine con capitelli. Altorilievi con busti di santi incorniciano un grande rosone centrale. Il campanile in cotto è attribuito a Giovanni di Simone.

Interno

Conserva straordinarie opere d’arte, tra cui il sepolcro del vescovo Simone Saltarelli, realizzato da Nino Pisano, una pala raffigurante la Gloria di San Tommaso d’Aquino, opera di Francesco Traini, e una antica cattedra dalla quale la tradizione vuole che il santo abbia tenuto prediche e lezioni. In origine vi era custodito anche il celebre polittico di Simone Martini, ora al Museo Nazionale di San Matteo.

Contatto: 050/552883