/

DESCRIZIONE

La Torre Campanaria è stata realizzata nel 1885 dall’architetto pontederese Luigi Bellincioni, autore di altri sette campanili in Valdera e Val di Cecina. 

Dalla torre, una vista mozzafiato sulla Valdera

La torre è il risultato di un intervento di rifacimento e sopraelevazione della precedente torre pisana. Dal campanile, alto 42 metri e costruito inselagite proveniente dalle cave di Montecatini Val di Cecina, si gode una magnifica vista sulla Valdera.


©Sailko – Wikimedia Commons

Il campanile, una posizione inconsueta

La struttura occupa una posizione inconsueta rispetto alla pieve: non si trova infatti in prossimità della facciata, ma dietro l’abside in modo da assumere una posizione frontale rispetto al Palazzo Pretorio (sede del Comune) così da accentuare la differenza nella stessa piazza tra potere politico e religioso.


La Pieve di San Verano

La pieve ha la facciata in stile romanico con cinque arcate cieche (sec. XI). Nell’interno , a tre navate, è stata aggiunta la cappella dell’Assunta che oggi ospita il Museo di Arte Sacra.


La Leggenda di Verano

Verano era un eremita francese che nel VI secolo d.C. intraprese un viaggio per Roma, seguendo la “Strada Peregrinorum” che sarebbe poi diventata la via Francigena. La “Leggenda di Verano” elenca numerosi miracoli che il Santo operò nelle varie località, oltre alla sua attività di conversione dei pagani per cui è spesso raffigurato mentre sottomette un drago. È patrono di Peccioli, che celebra solennemente la sua festa il 25 ottobre.

 

.

 

 



Ti è stato utile?
Resta aggiornato!