/

DESCRIZIONE

Il Bosco di Cornacchiaia rappresenta la parte di foresta del Parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli dove meno incisive sono state le alterazioni da parte dell’uomo e degli animali (ungulati), con sottobosco perfettamente conservato, spesso impenetrabile.

Si trova all’estremità meridionale della Tenuta di Tombolo, all’interno della cosiddetta “Selva Pisana” e classificata come Riserva protetta della Biosfera UNESCO “Selva Costiere di Toscana”. Qui possiamo apprezzare la caratteristica alternanza di tomboli e lame, ovvero cordoni di dune sabbiose separati l’uno dall’altro da depressioni. Nelle altre aree del parco, in ambiente dunale, è diffusa soprattutto la pineta. Il leccio e altre specie mediterranee sono presenti prevalentemente nel sottobosco.

Alla Cornacchiaia il pino è raro, mentre in quasi tutti i tomboli vegeta la lecceta: ciò è dovuto al fatto che in questo sito non è avvenuta la sostituzione del leccio col pino, che negli ultimi secoli ha generato sulla costa toscana la tradizionale immagine della pineta.

Sono inoltre presenti numerosi canali d’acqua dolce e pozze circolari in cui è presente una vegetazione palustre legata alla presenza di acque superficiali stagnanti originatesi per affioramento della falda.

L’Oasi WWF è nata nel 2008 in collaborazione con il Parco di San Rossore ed è estesa 89 ettari; si raggiunge dal litorale pisano entrando da Calambrone in Via dei Porcari, ed è dotata di alcune strutture di visita, quali gli osservatori faunistici sul fosso delle tartarughe e sullo stagno ai margini meridionali del bosco. L’ingresso è esclusivamente tramite visita guidata su prenotazione: è richiesto un contributo minimo di 5 euro che viene destinato alla manutenzione delle oasi in gestione al WWF Alta Toscana Onlus, gratuita per bambini accompagnati sotto i 12 anni, per soci WWF e portatori di handicap (compreso accompagnatore).

Si effettuano riduzioni per gruppi scolastici, associazioni no profit, cooperative sociali.

Info e prenotazioni: pisa@wwf.it