/

DESCRIZIONE

Ex monastero benedettino ed educandato femminile fondato nel 1589 da un facoltoso mercante della città, Simone di Sebastiano Ganucci, che donò al paese nativo un luogo di cultura, educazione morale e religiosa in favore soprattutto delle fanciulle povere. Tale attività formativa è arrivata quasi fino ai giorni nostri.

Nella chiesa e nel museo del Conservatorio di Santa Marta, aperto nel 2011 in collaborazione con la Diocesi di San Miniato, sono conservate importanti opere d’arte come tele, tavole, codici miniati, parati e argenti realizzati da artisti tra i quali spiccano i nomi di Lodovico Cardi detto Il Cigoli, Lorenzo Monaco, Santi di Tito, don Simone Camaldolese.