/

DESCRIZIONE

Il nome “Sardina” è attestato fin dal XV secolo: l’attuale cappella è intitolata a Santo Stefano Protomartire e sorge più o meno nel luogo dove fin dal 1083 esisteva l’antica cappella di San Lorenzo.

La proprietà della cappella passò nel 1455 dall’Arcidiocesi di Pisa al Monastero dei Canonici di Nicosia, vicino a Calci, che tuttavia si occuparono della chiesetta solamente intorno a metà Settecento quando la riedificarono in stile tardo-barocco consacrandola al beato Arcangelo Canetoli, membro del loro ordine. All’interno si conserva una tela con la sua immagine.

Nel 1780 il monastero di Nicosia fu soppresso e l’oratorio acquistato dalla famiglia Morelli prima e Corsi poi. Nel 2014 il Comune di Calcinaia ha acquistato l’edificio restaurandolo e riaprendolo alle visite in occasioni speciali



Resta aggiornato!