/

DESCRIZIONE

La Fortezza della Verruca, sulla omonima cima dei Monti Pisani domina tutta la pianura pisana e il corso dell’Arno. La sua posizione strategica ha costituito da sempre un valido supporto per l’incolumità di Pisa, impegnata nei secoli in lotte contro i fiorentini: la rocca permetteva una triangolazione visiva tra Pisa e il castello di Vicopisano, a sua volta collegato con il castello di Buti e tutto il Lungomonte pisano.
Le fonti documentarie testimoniano l’esistenza della fortezza della Verruca già prima dell’anno Mille. Negli stessi anni, è stata costruita anche la chiesa di San Michele Arcangelo, posta alla base del colle. Successivamente, la rocca, contesa tra Pisani e Fiorentini, è stata scenario di numerosi assedi e vicende belliche.
Il castello si chiama “della verruca” per via del Monte Verruca così denominato per la forma che ricorda proprio una verruca. La stessa roccia con cui è costruito si chiama pietra verrucana.
Il complesso è in pietra e laterizi, ben visibile in cima ad una collina, a 537 metri sulla roccia viva. Ha pianta pentagonale con solo quattro lati fortificati. Si accede da un’unica entrata dopo aver percorso una ripida scalinata nella roccia. Alcune parti risultano crollate, ma altre sono ancora ben salde.
All’interno del castello si trovava un’epigrafe con la prima traccia di vogare italiano e recita “DODICI DI G(I)UGNO MCIII”. Essa è oggi conservata a Pisa nel Museo di San Matteo.

La fortezza è raggiungibile solo a piedi partendo da Vicopisano. Visite guidate agli scavi nel mese di luglio con partenza da Vicopisano, su prenotazione presso la biblioteca di Vicopisano.

Calci e Vicopisano | Fortezza della Verruca

LEONARDO DA VINCI E LA VERRUCA

Pare che anche Leonardo da Vinci abbia ricevuto un incarico dai Fiorentini che desideravano fortificare ulteriormente la Verruca. Il Genio tornò in seguito alla Verruca nei primi anni del Cinquecento, dopo che Pisa si era ribellata a Firenze, per elaborare dei progetti per la deviazione dell’Arno. Sicuramente qui trovò un ideale punto di osservazione.
Un’altra leggenda narra che lo stesso Leonardo Da Vinci avrebbe preso ispirazione proprio dall’altezza ripida in cui si trova la rocca per progettare le sue macchine per il volo.

 

MISTERO DELLA VERRUCA

Nei pressi del bastione Nord-Ovest è presente un’ampia stanza dove un tempo vi era un passaggio segreto che portava all’esterno del castello in caso di fuga d’emergenza. Secondo una leggenda, non verificata, questo stesso passaggio avrebbe portato addirittura ad un sorprendente tunnel che collegava Pisa con la Rocca. Questa galleria rimane solo una leggenda, conservata nel Santuario di Nicosia (una frazione di Calci) perché il collegamento sarebbe di ben 10km!