/

Descrizione

Un documento dell’archivio arcivescovile di Lucca, risalente al X secolo d.C., ci informa che i ricchi signori di origine longobarda diedero vita ad un villaggio di capanne, appunto l’attuale Capannoli, perché il precedente insediamento sulle sponde del fiume Era aveva subito inondazioni troppo frequenti.
Fu però con i Della Gherardesca che il borgo assunse un’importanza maggiore, perché la nobile famiglia vi fece costruire un castello. Dal dominio pisano dei Gambacorti, nel XIII secolo, passò ai fiorentini e successivamente ai Lorena. A Santo Pietro Belvedere, frazione di Capannoli, è possibile tuttora riconoscere l’antica struttura urbanistica, risalente al Medioevo.
Negli ultimi anni il Comune ha avuto una crescita demografica importante, conseguente all’espansione urbanistica nelle zone interne del capoluogo e della frazione di santo Pietro. Molti i nuovi parchi pubblici e significativa la riqualificazione urbana degli ultimi anni.
Nelle dolci campagne sono ubicati numerosi agriturismi e B&B di ottima qualità; presente il Grande Percorso Naturalistico (ippovia), la pista ciclabile lungo la SP La Fila e numerosi sentieri naturalistici che si snodano nelle campagne, fino al Fiume Era. Di particolare pregio il Parco della Castellina, posto nel punto più alto della frazione di Santo Pietro Belvedere, da cui si gode di panorami mozzafiato.
Il territorio è costellato da ville signorili: nobili famiglie toscane le fecero costruire in mezzo a queste dolci campagne. Dal secolo scorso Capannoli si è notevolmente trasformata perché lungo la Via Volterrana sono sorte molte attività artigianali e industriali, che ne hanno modificato l’impianto urbanistico.

Informazioni
www.comune.capannoli.pi.it

Zona geografica
Valdera

Abitanti
oltre 6.000

Distanza dal capoluogo
34 km

Cultura

Belvedere
La frazione di Santo Pietro Belvedere richiama turisti, provenienti dall’Italia e dall’estero, per la bellezza dei panorami di cui si gode dal Belvedere, ovvero dal centro storico del paese, tipicamente medievale ed oggetto di un’importante riqualificazione avviata negli ultimi anni.

Equilibri in natura
Le installazioni presenti nel Parco di Villa Baciocchi e nel centro storico di Santo Pietro Belvedere.

MUSEI DI VILLA BACIOCCHI
. Museo Archeologico 
Ha al suo interno cinque sale che permettono al visitatore di immergersi nella storia della Valdera, dalla Preistoria al Medioevo, data la conservazione di molti antichi utensili rinvenuti in loco.
.Museo Zoologico 
Si compone di cinque sale, situate al piano terra di Villa Baciocchi. Vi sono esposti più di 400 esemplari di animali imbalsamati.
. Villa comunale
Si tratta di una villa del ‘700 appartenente dapprima alla famiglia Della Gherardesca e poi ai marchesi Baciocchi che apportarono delle modifiche. Adesso è di proprietà del Comune e ospita la biblioteca, la sala multimediale e i musei. Si presta anche a feste ed eventi.

Turismo attivo

Parco Botanico di Villa Baciocchi
A concepire il parco fu Luigi Bellincioni nella seconda metà dell’Ottocento. Oggi conta 160 specie botaniche di varia provenienza e 12 alberi monumentali.